Filles de la croix

Ritorna in tutte le regioni

Vita e Missione aux Mureaux
Dec 4, 2020

Una nuova comunità in Alleanza che inizia con virus, mascherina, coprifuoco, confinamento, è piuttosto originale...e inatteso...

«Che cosa facciamo?» o piuttosto «Che cosa viviamo?»

Come per ogni Suora: La risposta a una chiamata, senza sapere veramente dove questa chiamata ci porta se non alla presenza del Signore e a coloro che possiamo incontrare fisicamente o per telefono, in questo ambiente multiculturale.

Ci sono i vicini nel condominio: la custodia di un bambino in assenza dei genitori, una famiglia che ci porta un piatto africano, la presenza presso una madre di un bambino scomparso (e ritrovato), incontri sulle scale, aiuto a migranti conosciuti e in difficoltà, messa in contatto, permanenza alla Caritas, accoglienza di una persona sola, comunione portata a una persona handicappata, incontri nei giardini delle famiglie e... barbabietole ricevute, aiuto a un bambino in difficoltà scolastica, mensa della caritas.

C'è anche la condivisione tra noi di queste realtà, momenti di preghiera con tutte le persone che ci circondano e con i nostri fondatori e Maria, momenti per conoscerci e per riflettere insieme a partire dal Vangelo e da altri testi ogni settimana, il tempo di due Eucaristie, il mercoledì e la domenica nella comunità, il tempo anche del "raggio di un chilometro" quotidiano.

E naturalmente anche le chiamate al telefono con le altre comunità delle Figlie della Croce o delle Serve di Maria. Una riflessione di una Serva di Maria "Prego per voi 2 e per il vostro quartiere".